Corso di Dizione

CORSO DI DIZIONE

Docente: Vito Loconsole

Un corso di dizione è un incontro ravvicinato con il più prezioso dei nostri strumenti per comunicare, la lingua italiana. La utilizziamo per leggere, conoscere, trasmettere le nostre emozioni; attraverso il suo corretto uso quotidiano impariamo nuove parole e ne diventiamo giorno dopo giorno sempre più padroni, riusciamo con essa a relazionarci con chi ci è vicino, a spiegare concetti, descrivere situazioni nelle più sottili e differenti sfumature, esprimere il nostro e decodificare l’altrui pensiero.

A questo punto, una riflessione.
Se proviamo a leggere ad alta voce il precedente periodo e lo registriamo, nel riascoltarlo ci accorgiamo che la nostra lettura è piena di cadenze, accenti e inflessioni che fanno capire dove siamo nati o viviamo. Eppure è scritto in italiano, non in pugliese, veneto o napoletano.

Esiste una maniera di leggere e parlare che non comunichi da quale parte d’Italia proveniamo?
Sicuramente. Basta pronunciare le parole con una dizione corretta, seguendo cioè le semplici regole di fonetica riportate su tutti i dizionari della lingua italiana e avendo cura di ripulire le frasi da cadenze, musicalità e inflessioni che contraddistinguono il nostro modo di parlare.

Perché è importante una dizione corretta?
Perché inflessioni molto marcate possono rendere difficile la comprensione di quel che diciamo e distrarre chi ci ascolta. Una corretta pronuncia è particolarmente importante nella recitazione: quanto sarebbe credibile, se non comico, un Amleto interpretato con uno spiccato accento siciliano o piemontese?
Nel giornalismo radiotelevisivo, analogamente, una lettura scevra da cadenze dialettali rende il pezzo più autorevole e meno legato al territorio al quale è riferito; in aggiunta a questo, il giornalista che lo enuncia può collocarsi professionalmente in qualunque regione d’Italia.
Chi si accosta allo studio della dizione cambia lentamente il proprio modo di parlare, scopre di avere una nuova voce ed impara ad esprimersi in maniera diversa, con toni ora soavi e delicati, ora rochi e profondi. Scandisce sempre molto bene le parole e impara anche nuovi vocaboli.

Il nostro corso consta di due sezioni distinte: la prima, teorica, si riferisce alla fonetica italiana, ovvero a quella parte della nostra lingua che solitamente non si studia nelle scuole dell’obbligo perché si ritiene, erroneamente, un bagaglio culturale già acquisito nel momento in cui, da bambini, impariamo ad articolare il linguaggio.
La seconda, più spiccatamente pratica, è costituita da esercizi di intonazione vocale, di scansione verbale, di controllo ritmico e di emissione, di elementi di espressività.
Un lavoro dedicato a chi, per qualsiasi motivo, voglia avviarsi con un metodo veloce ed efficace alla corretta pronuncia delle parole della lingua italiana e al miglioramento delle proprie capacità espressive e comunicative.
Il corso ha un format base di sedici lezioni, estendibile a venti con esercizi complementari, al termine delle quali è previsto un esame teorico/pratico con enunciazione testi, registrazione degli stessi e verifica del livello di conoscenza raggiunto.